L'esperto per voi
Correre in maniera corretta
08/11/2019

È importante correre e fare attività sportiva soprattutto perché riduce la mortalità cardiovascolare, riduce il rischio di osteoporosi, obesità e malattie metaboliche e porta a un miglioramento della salute mentale.

Si stima che circa il 29-56% dei runners abbia uno o più infortuni l’anno, 2.5 – 5.8 infortuni /1000h; il distretto anatomico più colpito risulta essere il ginocchio (sindrome patello femorale).

La prima cosa che ogni sportivo deve imparare è ascoltare il proprio corpo. Se durante l’attività avvertiamo dolore, tensione nella braccia, spalle o schiena vuol dire che stiamo correndo in maniera non corretta con conseguente dispendio energetico, pertanto bisogna apportare delle modifiche o correzioni al modo in cui corriamo.

Un’andatura sostenuta, non è sinonimo di qualità della corsa; correre bene o meglio biomeccanicamente in maniera corretta (correre con leggerezza), può prevenire l’insorgenza di infortuni.

Di seguito una mini guida su come correre senza il rischio di infortunarsi:

L’appoggio del piede deve essere al di sotto del centro di gravità, e una cadenza di  170-190 passi al minuto (passi corti con ridotti contatti a terra); il busto deve essere eretto con le spalle rilassate, le braccia morbide facendole muovere in maniera coordinata con il passo e con in gomiti piegati ad angolo retto.

Per quanto riguarda il piede, l’ideale sarebbe atterrare con il meso-avampiede così da mantenere il ginocchio in linea con la caviglia e il piede. Un errore da evitare, è quello di atterrare con il tallone, (aumentando il tempo di contatto al suolo), perché così facendo si ha un aumento della forza verticale di reazione  rischiando sovraccarichi prevalentemente a carico della colonna vertebrale.

È importante utilizzare un equipaggiamento idoneo per la corsa: utilizzare scarpe tecniche avendo l’accortezza di sostituirle almeno ogni 400-500 km, utilizzare calze tecniche (che prevengono il rischio di infortuni) e abbigliamento specifico (che ci permetta di mantenere il corpo caldo durante l’inverno e al tempo stesso traspirante soprattutto per il periodo estivo).