L'esperto per voi
Il ginocchio del corridore
19/02/2019

Il ginocchio del corridore o sindrome della bandelletta ileo tibiale è una patologia frequente nei runners.

Si tratta di una infiammazione a carico del comparto laterale del ginocchio (tendine del muscolo tensore della fascia lata)

Generalmente la causa principale è data da un sovraccarico funzionale dovuto prevalentemente al kilometraggio, ma possono influire anche altri fattori intrinseci: ginocchio varo (gamba del calciatore) tibia vara, piede cavo, rotazioni femorali  e fattori estrinseci: calzature inadeguate o usurate, variazioni del terreno, allenamenti scorretti.

Il dolore, soprattutto nelle fasi iniziali è presente a inizio allenamento per poi scomparire e ripresentarsi a fine allenamento, nelle fssi più avanzate reca disturbi anche nel camminare normalmente.

La diagnosi, eseguita dal medico specialista, consiste in un esame obiettivo e palpatorio, andando a ricercare il punto esatto del dolore e valutando tutto l’arto inferiore leso.

La terapia consiste nel riposo, ghiaccio locale (20 minuti ogni 2 ore) terapia medica farmacologica (fans), associata a terapia  fisioterapica: teca terapia, ande d’urto, pompa diamagnetica a  cui si va ad associare rafforzo muscolare a carico del muscolo vasto mediale interno e del medio gluteo; una valutazione posturo-biomeccanica ci permette di andare ad individuare eventuali squilibri dell’arto inferiore, che qualora fossero presenti,  possono essere  prescritte ortesi  plantari di correzione.