L'esperto per voi
La prevenzione della caviglia
27/10/2020

La distorsione della caviglia (articolazione composta da astragalo tibia e perone)  è una patologia frequente negli sportivi, ma è anche un trauma comune, giornaliero, si stima che in italia ci siano 5000 traumi distorsivi della caviglia ogni giorno. Un pregresso evento distorsivo mal trattato può esporre lo stesso distretto anatomico colpito a un successivo trauma con  conseguenze che possono essere peggiori rispetto al primo evento: non è la prima distorsione la più pericolosa ma le successive.

 

 

La maggior parte dei traumi avvengono in inversione (il piede ruota verso l’esterno), con dolore acuto davanti al malleolo esterno (perone).  La prevenzione è un’arma utile nel proteggere l’articolazione in questione, esistono protocolli validati a livello internazionale, essa fa parte di ogni allenamento (nelle fasi iniziali), vengono utillizzate tavolette instabili, meduse, percorsi instabili per rinforzare tutto il complesso osteo articolare.

 

Il medico o terapista deve educare a fine trattamento il paziente che ha subito una distorsione. Nelle prima fase di recupero al cammino è opportuno evitare calzature con tacchi alti, utilizzare un tutore  (nelle fasi iniziali) se non è possibile effettuare un bendaggio funzionale, mantenere un buon tono e trofismo muscolare, eseguire esercizi propriocettivi, eseguire un buon riscaldamento prima di iniziare l’attività sportiva.

Per l’attività sportiva sarebbe utile utilizzare la calza stabil di Podartis, che grazie alla sua struttura  da stabilità al complesso della caviglia e del tendine d’achille, “proteggendo” un’eventuale trauma distorsivo.