L'esperto per voi
Piede reumatico doloroso
14/04/2020

Piede reumatico doloroso

Circa il 90% dei pazienti con Artrite Reumatoide (AR) soffrono di algia podalica.
Le prime deformità avvengono a livello dell’avampiede (alluce valgo) con conseguente alterazione delle pressioni sotto le TMT per lo squilibrio biomeccanico che insorge, e hanno uno sviluppo disto-prossimale fino ad arrivare alla caviglia.
Il piede reumatico è una patologia che colpisce persone di una certa età, le principali affezioni possono essere di natura degenerativa (artrosica) che infiammatoria (artriti).
Come già accennato, la prima articolazione ad essere colpita è la I MTF (alluce), la causa del perché è la prima sede anatomica del piede colpita, sta principalmente nel fatto che è un’articolazione portante soggetta a ripetuti traumi durante il cammino.
Anche i tessuti molli sono interessati dai processi infiammatori ( tendini, fasce, muscoli…); uno squilibrio muscolare porta ad esempio alla deformità in griffe delle dita che portano a una prominenza delle TMT con conseguente aumento di carico avampodalico, che associato all’atrofia del cuscinetto adiposo plantare e alla ridotta elasticità cutanea esacerbano il dolore avampodalico (il paziente riferisce di camminare sui sassi).
Come posso alleviare la sintomatologia dolorosa? La terapia medica farmacologica deve essere coadiuvata da terapia conservativa (fisioterapica e ortesica)
 … Utilizzare un’ortesi plantare può essere efficace  sia per alleviare il dolore che per ridare una deambulazione  fisiologica.
Ovviamente oltre alla costruzione del plantare (esistono diverse metodiche) quello che principalmente fa la differenza è quali materiali utilizzare. Un plantare può essere fabbricato assemblando diversi materiali, che abbiano proprietà fisiche  chimiche differenti (durezza, morbidezza, durata, dermocompatibilità), la funzione principale è quella di riequilibrare le pressioni plantari laddove si ha un ipercarico e ridare il sostegno all’ articolazione qualora fosse compromessa.